Come scrivere una recensione

  • 0
come-scrivere-una-recensione

Come scrivere una recensione

Tags : 

Se si è interessati al mondo dell’editoria, per passione o per lavoro, girovagando per il web capita molto facilmente di visitare un blog letterario. Sto parlando di blog nati dalla travolgente passione per la lettura; una passione che sfocia nella volontà di condividere le proprie letture, di contribuire a diffondere l’amore per i libri, magari aprendo un blog in cui si recensiscono opere di grandi case editrici, grandi nomi, piccole case editrici e autori emergenti, o ancora di selfpublisher.

Ma come si scrive una recensione?

Esistono dei criteri per scrivere un testo che soddisfi davvero le aspettative di chi legge la recensione?

Nel post di oggi fornirò delle linee guida che valgono per recensire qualunque tipo di opera, che sia un libro, un film o qualunque altra forma d’arte.

La recensione è un testo in cui, in forma di articolo, si presenta, descrive, interpreta e valuta un’opera letteraria di recente pubblicazione, un film, uno spettacolo teatrale o televisivo, un’esecuzione musicale o una mostra d’arte.
In altre parole interpreta i possibili significati di un’opera, motiva l’interpretazione ed esprime una valutazione. Si può considerare un testo di tipo argomentativo che mette lo scopo interpretativo/valutativo al servizio di quello informativo, o viceversa.

Di solito è destinata ad apparire nelle pagine di cultura e spettacolo di quotidiani, riviste, magazine online e blog. È destinata a un pubblico di lettori ampio, quindi lo stile e l’impostazione devono essere più discorsivi che specialistici.
Ogni recensione si diversifica in base alle caratteristiche specifiche del linguaggio e del settore a cui fa riferimento. Essa viene scritta sia per facilitare al lettore la comprensione dell’oggetto di cui si parla, sia per consigliarne o sconsigliare la fruizione.
Per la stesura è importante considerare che il destinatario è un lettore che sceglie di leggere la recensione perché vuole farsi un’idea dell’opera recensita da un “esperto in materia”, per sapersi regolare circa l’acquisto o perché vuole confrontare la sua interpretazione con quella di un esperto.
Nella stesura di una recensione bisogna sapere interpretare e valutare in modo logico e motivato e distinguere tra la parte oggettiva di presentazione dell’opera e la parte soggettiva, in cui si esprime un giudizio o una valutazione.

Quale deve essere la struttura di una recensione?

Vediamo insieme i vari elementi.

Introduzione

La presentazione di tutti i dati informativi sull’opera (titolo, data di composizione e pubblicazione, rappresentazione o esecuzione, notizie relative agli interpreti) e sull’autore.

Presentazione

Si descrivono in modo oggettivo e in forma sintetica i contenuti.

Analisi degli aspetti formali

Per esempio le tecniche per la costruzione di un film, le caratteristiche linguistiche e testuali di un libro. L’analisi può far riferimento e confronti con altre opere.

Interpretazione

Si devono tenere in considerazione sia gli aspetti generali sia particolari significativi. I giudizi devono essere sempre motivati e sostenuti da argomentazioni logiche e pertinenti.

Valutazione

La valutazione è da considerarsi in riferimento agli scopi per cui è stata prodotta, alle aspettative del pubblico e a tutti gli accorgimenti tecnici e stilistici adottati per raggiungerli.

Non è necessario che l’ordine delle varie fasi sia rispettato, l’importante è che siano soddisfatti tutti gli aspetti.

È bene tenere presente che le esigenze del destinatario sono in stretta relazione con il tipo di giornale/rivista/blog cui la recensione è destinata.

Ecco alcuni ulteriori consigli per scrivere una buona recensione.

  • Commisurare il livello di approfondimento alle conoscenze e competenze del destinatario: se ad esempio la recensione di un film è destinata a essere pubblicata su una rivista specializzata, è possibile dare per scontate informazioni che invece vanno inserite in una recensione destinata a un magazine non specialistico.
  • Calibrare l’uso del linguaggio specialistico sulle conoscenze del destinatario. È inutile usare una gran quantità di termini tecnici se la recensione è di genere divulgativo.
  • Stare attenti a inserire tutte le informazioni necessarie per descrivere a fondo l’oggetto della recensione: il lettore deve conoscere tutti gli aspetti dell’opera e avere a disposizione gli elementi utili per farsi un’idea ed elaborare un’interpretazione personale.
  • Evitare gli eccessi sia in senso negativo sia in senso positivo: le celebrazioni entusiastiche da una parte e le stroncature violente dall’altra suscitano nel lettore perplessità e dubbi. Evitare anche le prese di posizione gratuitamente polemiche.
  • Se la recensione contiene spoiler bisogna fare in modo di avvertire il lettore, in modo che possa scegliere di evitare di leggere un dato passaggio qualora non volesse conoscere parti della trama in anticipo.
  • Cercare di essere onesti. Bisogna cercare di essere il più obiettivi possibile, ma chi scrive una recensione non può esserlo del tutto, perché la natura di tale testo obbliga l’autore a esprimere il suo punto di vista e d’altra parte, il destinatario stesso vuole conoscere proprio la valutazione che dà l’autore stesso.

Queste le linee guida per scrivere una recensione che soddisfi chi la legge.

Avete qualcosa da aggiungere? Fatemelo sapere nei commenti!


About Author

Giulia Di Re

Giulia Di Re

Webwriter, editor, creatrice di ebook e fondatrice del blog Punto di Domanda. Filosofa ed esploratrice della scrittura in tutte le sue forme e sfumature. Appassionata di storie, libri, comunicazione e serie tv.

Leave a Reply

iscriviti alla newsletter!

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

acconsento al trattamento dei dati personali secondo le condizioni espresse nella pagina d'informativa sulla privacy

Vuoi dar vita al tuo progetto web e avere successo? Leggi l'ebook gratuito