I 5 ingredienti per scrivere un articolo efficace

  • 0

I 5 ingredienti per scrivere un articolo efficace

Tags : 

Hai aperto il tuo blog e sei pronto a partire. Scrivere ti è sempre piaciuto, che ci vuole a produrre un articolo che superi 300 caratteri. Giusto?

Mi dispiace, non è esattamente così, gestire un blog richiede molto impegno.

Scrivere un post che ti permetta di raggiungere gli obiettivi che ti sei prefissato (hai definito con cura gli obiettivi per cui hai aperto il blog, vero?) necessita di attenzioni particolari.

Una volta che hai scelto a chi rivolgerti, hai analizzato il tuo target e buttato giù il tuo contenuto utile, ci sono alcuni passaggi necessari per rendere il post davvero efficace.

Un articolo efficace è un articolo in cui rendi le tue competenze utili agli altri.

Non è affatto semplice, ecco perché ho deciso di elencarti alcuni elementi immancabili.

Poni particolare attenzione al titolo

Qual è la caratteristica di un buon titolo? Far venir voglia di leggere l’articolo. Quando formuli un titolo, mettiti nei panni del lettore e chiediti se tu per primo avresti voglia di andare avanti nella lettura.

I titoli degli articoli sono uno dei fattori principali per il successo del tuo blog. Il titolo è ciò che cattura l’attenzione e nello stesso tempo deve far trasparire l’importanza del contenuto.

Ecco alcuni consigli pratici.

  • Usa i numeri: i titoli come “7 modi per”, “10 consigli utili per” sono molto utilizzati proprio per la loro efficacia. Questo titolo anticipa che l’articolo conterrà una lista di punti; sarà quindi scorrevole e semplice da ricordare. Inoltre i numeri danno un senso di concretezza che ai lettori piace molto.
  • Risolvi un problema: i titoli che promettono di risolvere un problema sono i famosi how to title. Chi legge questo titolo è invogliato ad aprire l’articolo perché presuppone che troverà sicuramente la soluzione a un problema che non riesce a risolvere da solo.
  • Ricordati le keywords: è molto importante inserire nel titolo la parola chiave principale. Questo servirà agli utenti e ai motori di ricerca per identificare il tema dell’articolo.

Cura l’introduzione

Una volta aver convinto l’utente a proseguire la lettura, bisogna mantenere viva l’attenzione.

Non a caso, nell’epoca in cui siamo bombardati dalle informazioni, la vera sfida è quella di catturare e mantenere l’attenzione del lettore.

Le prime quattro fasi sono fondamentali. Non bisogna commettere l’errore di prendere un argomento alla lontana: l’utente vuole trovare subito le informazioni che gli servono e che ha cercato.

Fai una promessa e mantienila, andando subito al nocciolo della questione. Deve essere chiaro che nel tuo articolo ci saranno tutti gli approfondimenti per affrontare l’argomento in modo completo.

In sostanza, il primo paragrafo dovrebbe essere una sintesi di quello che hai scritto nel post, ma questo non basta. Cerca di essere coinvolgente e creativo. Non limitarti a dare informazioni, trova uno stile personale. Ecco alcune soluzioni pratiche:

  • inizia l’articolo rivolgendo una domanda
  • fai riferimento a un problema frequente del lettore
  • stupisci con una citazione.

Usa lo storytelling

Quello che veramente colpisce nel segno sono le emozioni. L’articolo efficace è quello che crea una sintonia con il lettore.

Come fare per creare questa sintonia? Usando lo storytelling.

Molto brevemente, con storytelling si intende l’ atto di narrare, raccontare storie. Anche un servizio, un brand o un prodotto si possono, anzi si devono raccontare.

Ascoltare o leggere una storia emoziona. E quando ci si emoziona è facile farsi coinvolgere. Quando ci si emoziona si tende ad avere fiducia verso chi o cosa ci ha emozionato.
Per questo motivo, raccontare storie è un atto fondamentale per il tuo blog. Raccontando una storia darai un significato più profondo alle informazioni che condividerai con i tuoi lettori.

Un articolo in cui ci si racconta o si narra un prodotto o un servizio con le tecniche dello storytelling, interagendo con il lettore, ha senza ombra di dubbio una marcia in più.

Inserisci una Call to action

Call to action: letteralmente significa “chiamata all’azione”. In pratica si chiede all’utente del sito di compiere una determinata azione.

Perché è importante inserire una call to action?

L’invito a compiere determinate azioni rende il rapporto con il lettore più interattivo, evitando di annoiarlo con paragrafi troppo lunghi e poco comunicativi.

Inoltre le call to action forniscono un valido aiuto per comprendere il coinvolgimento della tua utenza. Esse infatti sono misurabili e aiutano a capire se le strategie messe in atto sono efficaci per raggiungere i propri obiettivi.

Un esempio molto diffuso: offrire un ebook gratuito ai propri lettori in cambio dell’ iscrizione alla newsletter.

In questo modo l’utente riceve un contenuto utile gratis e tu ti garantisci la sua fidelizzazione.

In pratica si tratta di veri e propri pulsanti che invitano l’utente a cliccare per realizzare determinati obiettivi (ottenere un like, un +1, una email, un acquisto). Un consiglio è quello di usare frasi accattivanti e sintetiche.

Sii cristallino

Le parole chiave, le caratteristiche principali della tua comunicazione sul web devono chiamarsi “chiarezza” e “semplicità”. La lettura su monitor è più faticosa rispetto a quella su carta, per questo occorre seguire i principi del web writing che favoriscono la leggibilità del testo. Eccone alcuni:

  • usa frasi semplici e brevi, per favorire la leggibilità;
  • dividi l’articolo in paragrafi, creando blocchi di testo separati tra loro;
  • usa un linguaggio semplice, diretto e familiare;
  • usa il grassetto per le parole e le frasi più importanti, in modo che il lettore possa individuare subito i concetti principali;
  • per la formattazione del testo, non usare l’orientamento giustificato, ma quello a bandiera, che consente la massima leggibilità.

Questi erano alcuni consigli per scrivere un articolo efficace.

Te ne vengono in mente altri?

Scrivilo nei commenti.


About Author

Giulia Di Re

Giulia Di Re

Webwriter, editor, creatrice di ebook e fondatrice del blog Punto di Domanda. Filosofa ed esploratrice della scrittura in tutte le sue forme e sfumature. Appassionata di storie, libri, comunicazione e serie tv.

Leave a Reply

iscriviti alla newsletter!

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

acconsento al trattamento dei dati personali secondo le condizioni espresse nella pagina d'informativa sulla privacy

Vuoi dar vita al tuo progetto web e avere successo? Leggi l'ebook gratuito